Metodi e Strumenti

Martedì 16 luglio 2019, 09:00-10:15

Trasformazioni e Fedeltà di implementazione (I.Testa – Dipartimento di Fisica E. Pancini, UNINA)

 

Si presenterà il quadro di riferimento della Fidelity of Implementation  per analizzare come le innovazioni didattiche vengono implementate dai docenti nella pratica scolastica. Le dimensioni della Fidelity of Implementation sono: fidelity to goals (cioè fino a che punto i docenti accettano gli obiettivi didattici dell’innovazione); fidelity to procedure (cioè fino a che punto i docenti accettano l’approccio dell’innovazione). Da questo quadro teorico discendono una serie di protocolli di osservazione e di questionari che saranno discussi durante l’intervento, insieme a possibili applicazioni nella pratica degli insegnanti. 

 

 

 

Mercoledì 17 luglio 2019, 09:00-10:15

Trasposizione culturale: per pensare ai propri impensati didattici (M. Mellone – Dipartimento di Matematica e Applicazioni R. Caccioppoli, UNINA)

Il quadro teorico della Trasposizione Culturale (TC) (Mellone, Ramploud, Di Paola e Martignone, 2018)  è stato recentemente introdotto per studiare il contatto con pratiche didattiche provenienti da contesti culturali diversi dal proprio. In coerenza con le premesse teoriche di questo quadro, l’implementazione di pratiche didattiche in contesti diversi da quelli di provenienza dovrebbe sempre essere accompagnata da un processo di decostruzione culturale di tali pratiche per considerare l’intenzionalità educativa sottese a esse. In questo modo le -riflessione su- e le  -sperimentazioni di- pratiche didattiche provenienti da contesti culturali diversi dal proprio possono diventare per gli insegnanti un’occasione per decentrare la propria pratica educativa e pensare ai propri “impensati didattici” (Jullien, 1993). Nel seminario verrà presentato l’utilizzo del quadro della TC in diverse esperienza di formazione insegnanti. In particolare, si farà riferimento a un’esperienza di TC in cui un gruppo di futuri insegnanti di matematica di scuola secondaria è entrato in contatto con una pratica di didattica della matematica concepita in premesse pedagogiche completamente diverse da quelle a cui erano abituati: the thinking classroom (Liljedahl, 2016).

Liljedahl, P. (2016). Building thinking classrooms: Conditions for problem solving. In P. Felmer, J. Kilpatrick, & E. Pekhonen (eds.) Posing and Solving Mathematical Problems: Advances and New Perspectives. New York, NY: Springer.

 

Giovedì 18 luglio 2019, 09:00-10:15

Significati e potenzialità della comunicazione della conoscenza scientifica (E. Vitagliano – Dipartimento di Scienze della Terra, dell’Ambiente e delle Risorse, UNINA)

Spesso, nel linguaggio comune, i termini comunicazione e divulgazione sono usati indistintamente per indicare una generica diffusione del sapere. In realtà, la comunicazione si differenzia dalla divulgazione perché dà grande importanza al modo in cui il messaggio trasmesso raggiunge il destinatario, ed è considerata efficace se il destinatario risponde, cambia comportamento. Conoscere il destinatario è fondamentale per capire cosa ha rilevanza per lui. In alcuni ambiti scientifici si è compreso che, per migliorare la conoscenza del destinatario o lo stile comunicativo personale, occorre guardare ad approcci e strumenti già usati in altre discipline, quali il marketing, la sociologia, la statistica o la pedagogia. Per contro, il rapporto tra l’efficacia comunicativa, la dimensione etica della conoscenza scientifica e l’attuale contesto culturale appare inesplorato. La presa in esame di stili comunicativi, l’inquadramento del contesto culturale attuale ed alcuni esempi legati all’ambito della protezione civile aiuteranno a comprendere meglio i significati e le potenzialità della comunicazione scientifica e forniranno spunti di riflessione e idee per arricchire la dimensione comunicativa legata all’insegnamento della scienza a scuola.

Postiglione (2014): La complessità della comunicazione del rischio per la protezione civile, tra partecipazione e voglia di rassicurazione. Analysis and Monitoring of Environmental Risk, 8, 8-11.
Petagine (2019): Individui al centro – Progettare l’esistenza in una società individualizzata. Fondazione Rui, 118 (2), 24-29.

 

Venerdì 19 luglio 2019, 09:00-10:15

La didattica delle indagini statistiche (G. Ragozzini)